Tratto dal libro Artisti 2022 di Silvia Landi 

Eleonora Sgura è nata a Sesto San Giovanni e vive a Turate in provincia di Como. Il nonno Zani Mario era un pittore quindi approccia l’arte fin da bambina.

Inizialmente utilizza la tecnica a olio e poi lentamente sposta l’attenzione verso altre tecniche studiando i segreti nell’applicazione in periodi differenti.

In alcune circostanze apprende in modo del tutto causale, ad esempio, viaggiando ha incontrato una madonnara mentre realizzava un opera e immediatamente inizia a utilizzare i pastelli.

Il tutto è estremamente facile perché il colore come il disegno le appartiene e spontaneamente ne assorbe ogni forma artistica.

Il legno è il supporto principale dove realizza le sue opere d’arte e in alcuni casi utilizza il cartone finlandese.

Disegna prevalentemente figure femminili e cerca l’espressività in ogni singolo soggetto che abilmente rappresenta senza trascurare l’inserimento di dettagli e cerca particolari in ogni singola immagine che caratterizza la sua originalità nell’arte.

L’occhio è il dettaglio principale a cui dedica una particolare attenzione nei ritratti. Abiti, vestiti lavorati o mani sono interpretati e rivisti in modo tale da identificare i suoi personaggi e caratterizzarne i tratti.

Bambini, animali, piante, fiori come nature morte raramente sono dipinte da Eleonora Sgura.

Lavora e disegna su commissione ma predilige lavorare soggetti modificati dal reale.